Il cambiamento culturale in azienda non è mai un processo semplice, perché comporta la capacità di coinvolgere i dipendenti e far fronte alle normali resistenze che si presentano tutte le volte che cerchiamo di uscire dalla nostra zona di confort.

Nei processi di cambiamento non sempre il leader si rende conto di queste resistenze.

Anzi, dato il suo entusiasmo e la sua narrazione del cambiamento, non si accorge neppure che i collaboratori sono pieni di dubbi.

A questo proposito, ecco quattro domande che la tua squadra magari non ha il coraggio di porti, ma sulle quali vorrebbe avere risposta.

Che cosa intendi realmente?

Vogliono sapere come apparirà nel loro mondo quotidiano.

Per esempio.

Quando dici che vuoi che diventiamo sostenitori del cliente, puoi darmi alcuni esempi reali?

Quando mi dici che vuoi le mie idee innovative, che tipo di idee? Come posso assicurarmi di non perdere tempo con idee che non contano o che non verranno finanziate? Su quali tipi di problemi dovremmo concentrarci?

E, oh, a proposito, sei sicuro che il mio capo sia a bordo? Perché è il micromanager più avverso al rischio per cui abbia mai lavorato. Che cosa hai intenzione di fare con persone come lui?

E se vuoi davvero che io sia coraggioso, come faccio a parlare quando tutto ciò che hai esposto qui non funziona, come posso farlo senza essere etichettato come negativo?

Perché è importante?

Per molti dipendenti tutto ciò sembrerà molto lavoro extra, quindi devono capire perché la cultura che hai descritto è migliore per tutti. Assicurati che ciò che stai descrivendo sia vero e sia compreso dai dipendenti.

Se dici che “il cambiamento è vitale per sopravvivere”, accertati che il tuo perché aziendale non entri in conflitto con il perché più profondo dei tuoi collaboratori (che magari hanno problemi ben più vitali in famiglia), altrimenti il tuo appello risulterà inascoltato.

Posso fidarmi di te?

Il tuo team non sarà in grado di ascoltare nulla di ciò che dici sul coraggio e l’innovazione senza prima guardare ciò che fai, molto da vicino, per vedere se ciò che fai corrisponde a quello che hai detto. Vogliono anche vedere se presti attenzione a ciò che fanno gli altri.

 

Che cosa ci si aspetta da me?

L’unico modo per spostare la cultura è cambiare i comportamenti.

Ogni cambiamento che hai fatto nella tua vita, si riduce a cambiare comportamento alla volta.

Quindi, scegli una serie di comportamenti e lavora prima su quelli. Cosa farebbe la differenza più grande per la tua organizzazione: più problem solving, idee più innovative o se il tuo team fosse più concentrato sulla cura dei clienti?

 

Ed ora tocca a te.

Quali sono le domande che senti più frequentemente quando lavori per costruire un cambiamento culturale positivo?

Quali sono le tue migliori pratiche per aiutare il tuo team ad affrontare il cambiamento?

 

Fonte:

https://letsgrowleaders.com/2020/07/20/how-to-help-your-team-navigate-their-concerns-about-culture-change/?utm_source=feedly&utm_medium=rss&utm_campaign=how-to-help-your-team-navigate-their-concerns-about-culture-change

Condividi