Fra le competenze realizzative più importanti, l’orientamento al risultato fa la parte del leone. Con questo nome intendiamo l’interesse a lavorare bene o misurarsi con standard di eccellenza.

Quali possono essere questi standard?

Uno può essere la propria performance passata. In questo caso, chi ha questa competenza cercherà di migliorarla in futuro. Da coach è la competenza che prediligo perché permette di misurarsi con se stessi senza avere l’angoscia di superare gli altri.

Un altro standard potrebbe essere rappresentato da un dato numerico oggettivo: in questo caso la capacità di monitorare il lavoro proprio ed altrui può essere la chiave del successo.

Se invece lo standard è rappresentato dal risultato altrui, allora siamo nell’ambito della competitività, che se vissuta in modo sano e costruttivo può far migliorare la performance di tutto il team.

Infine, anche il desiderio di fare qualcosa di nuovo rispetto agli altri, ossia la capacità di innovare rientra in questa competenza. Un buon leader sa fare le “solite” cose in modo “nuovo” e così riesce ad ingaggiare la propria squadra.

Quali sono i comportamenti che tipicamente rivelano una buona competenza nell’orientamento al risultato?

Il primo è la capacità di lavorare per rispettare uno standard fissato dall’Azienda: per esempio, lavorare per rispettare il budget oppure gli standard qualitativi richiesti.

Il secondo comportamento è fissare per sé e per gli altri obiettivi sfidanti, ma realistici, e adoperarsi per raggiungerli. Questa seconda parte è essenziale: non basta fare dichiarazioni di intenti, bisogna anche agire con efficacia per realizzare gli obiettivi.

Il terzo indicatore è l’abitudine ad agire in base al ritorno economico di ogni singola azione: mi conviene? Non mi conviene? Qual è il rapporto costi – benefici?

L’ultimo comportamento è assumersi dei rischi calcolati: tentare nuove strade cerando contemporaneamente di minimizzare i rischi.

E voi vi sentite forti nell’orientamento al risultato? Su quale aspetto in particolare?

Condividi