Vi capita di accumulare gli incarichi tenendo per voi quelli migliori?

Distribuite i compiti senza pianificare e senza monitorarne la realizzazione?

Minimizzate i compiti perché tanto pensate che le persone non collaboreranno?

Anche se pensate di fare tutto da soli, il morale prima o poi ne soffrirà e avrete la sensazione di fare tutto voi, recriminando contro gli altri, quando probabilmente la responsabilità maggiore è vostra.

Imparare a delegare è una delle soft skill più importanti e una delle meno esercitate dai manager, che poi soffrono della scarsità di tempo. È come un serpente che si morde la coda: non hai tempo di formare i collaboratori perché fai tutto tu e quindi non deleghi perché i collaboratori non crescono.

Uno dei motivi per cui la delega non funziona è che le aspettative non sono chiare fin dall’inizio. Le persone hanno bisogno di sapere che cosa vi aspettate da loro: il risultato, il tempo, le risorse disponibili, ecc. Come saprete che il risultato è stato ottenuto?

Uno dei problemi più comuni in relazione al delegare è l’incompletezza o la scarsa chiarezza delle informazioni, fin dalle origini. Questo porta frustrazione, un lavoro mal fatto e la necessità di rifarlo, con la conseguenza che questo diminuisce ulteriormente la propensione a delegare in futuro.

Il segreto sta nell’essere chiarissimi sul “cosa” e sul “quando”, ma rimanere vaghi sul “come”. Anche perché le persone sono più motivate se possono decidere il “come”. Se spiegate anche il “come”, trasformerete i collaboratori in esecutori anziché in persone che apportano un valore aggiunto, e questo alla lunga li può demotivare.

Lo stesso ragionamento vale per chi delega solo un piccolo pezzo del lavoro: se non date ai vostri collaboratori l’idea del quadro generale e non date loro la possibilità di realizzare un “prodotto finito”, si sentiranno presto come degli operai nella catena di montaggio fordista, nella quale l’inserimento di un bullone fu ben presto sostituita dalle macchine!

Ci sarebbero molte altre cose da dire sul tema della delega, ma per ora mi voglio fermare ad un ultimo consiglio: adattate la delega alle diverse persone che coordinate. Ognuno ha capacità e abilità diverse: se volete riuscire bene nella delega non potete pensare di delegare tutto a tutti. Commisurate la delega al livello di sviluppo del collaboratore e coinvolgetelo nel processo: si sentirà ancor più responsabilizzato e crescerà più in fretta!

Buona delega!

Condividi