Quando sei un manager di grande esperienza che ricopre il proprio ruolo da tanto tempo puoi trovarti nella difficoltà di innovare e di cambiare il modo di affrontare i problemi di tutti i giorni. Questo succede perché la mente umana cerca sempre di fare “economia”, seguendo percorsi abituali per non dover fare troppa fatica, un po’ come se attivasse il “pilota automatico”.

Questo però, alla lunga può rappresentare un problema per la performance e per la tua stessa carriera, poiché abilità e strategie che hanno dato grandi risultati in passato potrebbero non funzionare più con i nuovi problemi del presente.

In quanto manager sei sicuramente abituato a cercare soluzioni, a dare risposte, ma questo in un momento di stallo può non bastare. Se non riesci a rompere con la routine rischi di avvitarti senza dare risposte nuove a problemi vecchi e nuovi. In questo caso, non è tanto importante dare le risposte giuste, quanto fare le domande giuste.

Ecco perché i top manager spesso hanno al loro fianco un executive coach.

Gli executive coach di MindOn non sono gli esperti della materia di cui ti occupi: quello sei tu. L’executive coach ti aiuta a guardare le cose da un punto di vista diverso dal solito, da un punto di vista diverso dal tuo. E come fa? Facendo domande!

Il coach è maestro nel porre domande. Prima di tutto per raccogliere informazioni e capire che situazione stai affrontando. Ad un livello più profondo, per aiutarti a vedere i problemi da diverse angolazioni e trovare modi migliori per risolverli. Il coach ti spinge verso nuove scoperte non fornendo risposte, ma aiutandoti a guardare la situazione con occhi diversi.

Il processo di coaching prevede domande mirate ad individuare il tuo “futuro desiderato” e a confrontarlo con il tuo “presente percepito”. Da questo confronto, deriveranno altre domande finalizzate ad elaborare le opzioni disponibili per raggiungere l’obiettivo. Infine elaborerai un piano d’azione che ti permetta di realizzarlo.

Tutto questo grazie al potere delle domande che il coach fa per estrapolare in modo “maieutico” le soluzioni che di fatto hai già dentro di te e che le domande aiutano a far emergere.

Se ti trovi in un momento difficile della tua carriera, ricorda: è importante trovare il modo di passare più tempo a pensare a ciò che devi realizzare per avere successo, e a come lo stai facendo. Avrai bisogno di trovare risposte migliori, e quelle arriveranno molto più facilmente se ti ispirerai a domande migliori.

Condividi