Può sembrare una battuta, ma non lo è. Quando lavoriamo sulle dinamiche organizzative, insegniamo le virtù del buon leader, ma ci concentriamo anche su quelle del collaboratore.

D’altronde, se è vero che il leader ha maggiore visibilità e responsabilità, è anche vero che nessun leader ottiene risultati da solo! Senza una forte partecipazione da parte dei collaboratori, il team non funziona.

Come abbiamo visto in precedenza, ognuno di noi ha alcune modalità preferite di agire il proprio ruolo di leader o di follower, quindi a seconda dei contesti è possibile allenare una modalità piuttosto che l’altra, senza però snaturare il proprio modo di approcciarsi al lavoro di squadra.

Il successo, dopo tutto, richiede la partecipazione di entrambi: leader e follower. Mentre i leader realizzano poco da soli, possono ottenere grandi risultati con l’aiuto degli altri. Senza contare che spesso nelle organizzazioni il leader è anche follower in un altro team.

Quindi ecco i suggerimenti su come essere un buon follower:

  1. Rispetta il ruolo del leader.
  2. Sostieni i tuoi compagni di squadra.
  3. Non essere uno “yes man”: quando non sei d’accordo, dillo in modo responsabile e rispettoso.
  4. Sostieni la decisione del leader solo dopo che è stata presa dal team.
  5. Offri feedback sinceri al leader (dipende dal leader creare un clima di fiducia reciproca).
  6. Non fare pettegolezzi che denigrino i membri della squadra.

Questi suggerimenti possono aiutare le prestazioni del team, ma non evitano la necessità di buoni leader. Proprio come un leader ha bisogno di follower capaci, così questi ultimi hanno bisogno di leader competenti: se un manager non riesce a padroneggiare il proprio ruolo, allora i follower hanno tutto il diritto di chiedere miglioramenti.

Aggiungo anche che un buon leader deve conoscere ed applicare le regole di followership e conoscere gli stili di collaborazione: nelle organizzazioni moderne, i leader devono spesso diventare a loro volta follower di colleghi e capi al fine di raggiungere gli obiettivi organizzativi.

 

Condividi